Mercato residenziale cinese: un dragone col fiato corto?

“La rovina di una nazione comincia nelle case dei suoi cittadini” recita un proverbio Ashanti

Negli ultimi dieci anni in tutto il mondo si sono susseguite pesanti recessioni scatenate da rally del credito nel settore immobiliare: esattamente quello che potrebbe accadere oggi in alcune regioni della Cina.

Il grafico seguente, proposto dal noto economista Torsten Slok della Deutsche Bank, mostra chiaramente come in alcune importanti città cinesi i prezzi delle abitazioni stiano diventando inaccessibili, dati gli attuali redditi delle famiglie.


Mentre nel resto del mondo i prezzi immobiliari si adeguano continuamente alle valutazioni basate sui fondamentali, in Cina il boom del credito sta sortendo l’effetto opposto.

I prezzi delle case in diverse grandi città cinesi sono insostenibili. O si adeguano (scoppio della bolla) o gli stipendi reali dovranno aumentare (forti pressioni inflazionistiche).

Prima o poi il dragone dovrà fermarsi e riprendere fiato.

Discuti l'articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati (*)
M&G userà i dati personali raccolti esclusivamente per finalità amministrative. Potremmo divulgare le suddette informazioni ai nostri fornitori di servizi e alle autorità competenti. I vostri dati personali potrebbero essere archiviati al di fuori dell'Area economica europea (AEE). La riservatezza di tali dati sarà costantemente tutelata.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>