Panoramic Outlook: l’effetto della globalizzazione sulle valutazioni dei titoli corporate

Negli ultimi anni, le obbligazioni societarie hanno messo a segno performance incredibili. Una sinergia di fattori quali crescita fiacca, crisi del debito sovrano europeo e massicce misure di QE a livello globale ha fatto scivolare i rendimenti dei titoli di Stato ai minimi storici. Al contempo, i differenziali di credito dei corporate bond hanno subito una forte contrazione rispetto agli impressionanti livelli del 2009. Di conseguenza, alcuni titoli investment grade hanno conseguito performance annualizzate a due cifre (come mostra il grafico postato da Richard), anche se nei periodi di avversione al rischio si è registrata una certa volatilità degli spread.

Come faranno le obbligazioni societarie a generare simili guadagni? Sicuramente non sara’ facile. Poiché la duration dell’indice iBoxx £ Corporate è appena inferiore a 8 anni, occorrerebbe una flessione dei rendimenti di un altro 1% circa. In altre parole, i rendimenti dei gilt decennali dovrebbero scendere dall’attuale 1,7% a meno dell’1% a parità di spread, oppure i differenziali di credito dovrebbero subire una notevole contrazione e i rendimenti dei titoli di Stato britannici restare stabili. Certamente, vale ogni altra possibilità di movimento dei rendimenti dei gilt/degli spread che equivalga a un calo del rendimento complessivo dell’1% circa.

Quanto ai differenziali di credito, la storia insegna che vi è certamente margine per un’ulteriore compressione: ad esempio, a fine marzo lo spread dell’indice BofA Merrill Lynch BBB Sterling Corporate & Collateralised era pari a 292 punti base, 191 in più del livello pre-crisi di maggio 2007 (101 pb). Ma quale potrebbe essere il catalizzatore di una tale contrazione?

Nell’ultima pubblicazione della nostra serie Panoramic Outlook, osserviamo i fattori che influenzano il rapporto tra il pricing delle obbligazioni corporate e quello dei titoli di Stato, come questo rapporto è cambiato nel tempo e cosa potrebbe determinare livelli di spread ancora più contenuti di quelli antecedenti la crisi.

Discuti l'articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati (*)
M&G userà i dati personali raccolti esclusivamente per finalità amministrative. Potremmo divulgare le suddette informazioni ai nostri fornitori di servizi e alle autorità competenti. I vostri dati personali potrebbero essere archiviati al di fuori dell'Area economica europea (AEE). La riservatezza di tali dati sarà costantemente tutelata.