Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione – Secondo trimestre 2014

Stiamo lanciando oggi il nuovo Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione, che mira a valutare cosa si aspettano i consumatori sul fronte dell’aumento dei prezzi nel breve e nel medio termine.

Con i tassi d’interesse ai minimi di sempre, le banche centrali continuano a iniettare ingenti quantità di stimolo monetario nell’economia mondiale. I tassi di inflazione recenti negli Stati Uniti, in Regno Unito e in Germania hanno svolto un ruolo cruciale nel mercato attuale, in cui gli interventi delle autorità di governo sono diventati sempre più sensibili alle tendenze di inflazione.  Ciò è vero per la Fed come per la Banca d’Inghilterra, mentre i mercati formulano ipotesi sulle modalità e i tempi delle loro strategie di uscita, ma soprattutto per la BCE, il cui ultimo round di azioni sembra essere derivato in larga misura dalle pressioni disinflazionistiche nell’Eurozona. In questo contesto, si è intensificata l’attenzione del mercato riguardo alle aspettative di inflazione.

Il risultato del Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione condotto a maggio indica che le aspettative a breve e medio termine restano saldamente ancorate in quasi tutti i Paesi europei.

Il dato a breve termine è aumentato dal 2% al 2,3% nel Regno Unito, dove si moltiplicano i segnali di ripresa dell’economia e di riaccelerazione delle pressioni salariali. Per contro, le aspettative di inflazione dei consumatori tedeschi si sono attenuate nell’ultimo trimestre, quando la tendenza al ribasso dell’IAPC tedesco (1,1% anno su anno in aprile) potrebbe aver contribuito alla sensazione che il costo della vita in Germania sia destinato a un aumento molto moderato l’anno prossimo.

La tendenza generale al ribasso delle aspettative di inflazione a breve termine sembra essere sostanzialmente svanita in tutti i Paesi dell’UEM e nel Regno Unito. Si tratta di un dato in parte sorprendente, considerando che in gran parte d’Europa l’inflazione risulta ancora bassa e in calo.

Aspettative di inflazione a 12 mesi

Nel medio termine, le aspettative di inflazione restano al di sopra degli obiettivi delle banche centrali in tutti i Paesi sondati, segno che i consumatori hanno poca fiducia nell’efficacia delle misure adottate dai governi per raggiungere la stabilità dei prezzi. In un orizzonte di cinque anni, l’inflazione nel Regno Unito si prevede ben ancorata a un sorprendentemente stabile 3%. Nonostante i bassi livelli di inflazione recenti in tutta Europa, la maggior parte dei consumatori in Francia, Italia e Spagna continua a considerare il caro vita una preoccupazione, mentre le aspettative a lungo termine sono risalite al 3%.

Aspettative di inflazione a 5 anni

 

Discuti l'articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati (*)
M&G userà i dati personali raccolti esclusivamente per finalità amministrative. Potremmo divulgare le suddette informazioni ai nostri fornitori di servizi e alle autorità competenti. I vostri dati personali potrebbero essere archiviati al di fuori dell'Area economica europea (AEE). La riservatezza di tali dati sarà costantemente tutelata.