Archivio della categoria:

Mercati e attori

Fondamenta instabili: il settore delle costruzioni nel mercato dell’high yield europeo

Ospitiamo un contributo di Saul Casadio (analista del credito, M&G Investments)

Se è vero che l’high yield europeo ha generato una buona performance negli ultimi due anni, con un rendimento medio del 4,9% per anno, una componente dell’indice ha invece generato significative perdite. In questo stesso periodo, le obbligazioni emesse da società di costruzioni hanno prodotto un rendimento annuo med…

Leggi l'articolo

Come sta cambiando la liquidità nel mercato delle obbligazioni societarie e quali opportunità ne derivano

Ospitiamo un contributo di Chris Clemmow (dealer, M&G Investments)

Una delle caratteristiche più evidenti degli ultimi anni è stata la crescente rilevanza del dibattito intorno alla liquidità di mercato e alla sua traiettoria apparentemente discendente nell’intero panorama del reddito fisso. Questo ha spinto molti di noi a interrogarsi sulle implicazioni di tale fenomeno per la stabilità e la v…

Leggi l'articolo
Curva dei future sul greggio WTI

Ragazze in pericolo: Chesapeake e gli scambi al ribasso

Fra il 2009 e il 2013 il mercato high yield statunitense ha vissuto anni favolosi. E il sottosettore dell’energia non ha fatto eccezione. Con risultati positivi del 51%, 13%, 9%, 12% e 6% in ciascuno di quegli anni, non sorprende che l’indice BofA Merrill Lynch US High Yield Energy sia praticamente triplicato per dimensioni. All’attività frenetica di emissione, destinata in larga misura a finan…

Leggi l'articolo

Non sempre la leva finanziaria è la migliore amica dell’azionista

Negli ultimi anni la tentazione di rendere più appetibile la restituzione di valore agli azionisti tramite debito societario a basso rendimento è andata oltre i limiti della sopportazione per molte imprese e i loro investitori. Questa moda è stata ben documentata e, anche se non si tratta di una tendenza che a noi creditori piace osservare, non siamo stati del tutto sorpresi di averla vista in …

Leggi l'articolo

Scampata per un pelo – Il segmento High Yield europeo nel 2015

Nelle ultime battute dell’anno, osserviamo che in realtà il mercato high yield europeo ha registrato un 2015 solido, seppur non spettacolare. I rendimenti totali appena sotto al 3%* rappresentano un buon risultato rispetto a quelli negativi dei mercati high yield statunitense e globale. Anche i tassi di default europei proseguono nella loro tendenza al ribasso, segnando 0,14% per gli ultimi dod…

Leggi l'articolo

Fusione-mania nel settore farmaceutico: il buono, il brutto e il cattivo

Nel nostro video da Chicago abbiamo accennato al tema della recente attività di fusioni e acquisizioni (M&A) in Nord America che ha superato i volumi pre-crisi. Per quanto difficile da quantificare, si può ragionevolmente ipotizzare che questa impennata di operazioni societarie sia stata una delle principali forze sottese all’ampliamento degli spread del credito visto quest’anno nell’universo d…

Leggi l'articolo

Attenzione alle insidie che si annidano nel settore retail high yield USA

Il fatto che i settori legati alle materie prime, quali quello dell’estrazione di metalli e quello energetico, siano i sottosettori con i rendimenti più elevati e le performance peggiori dell’Indice high yield più ampio non sorprende. C’è un elevato livello di crediti in sofferenza in questi settori, che stanno risentendo dell’attuale contesto di prezzi delle commodity modesti. Di recente S&P h…

Leggi l'articolo
Le società americane sono spaventate dal rischio

Buon Halloween. Cinque grafici da paura di cui Freddy Krueger sarebbe orgoglioso

M&G e bondvigilantes.com sono orgogliosi di presentare i grafici più spaventosi sull’economia globale. Alcuni vi faranno ridere, altri vi faranno piangere. Sarete sorpresi e ammaliati, sconcertati e divertiti. Ovviamente, quello che segue non è per i deboli di cuore. Siete avvisati!

  1. Le società sono spaventate dal rischio

C’è stato un ingorgo di emissioni societarie dalla crisi finanziaria, q…

Leggi l'articolo

BHP chiede aiuto ai mercati obbligazionari

È stato un brutto periodo per il gigante minerario e metallurgico BHP Billiton. I ricavi hanno subito forti pressioni a causa della flessione dei prezzi delle commodity e la società, pur vantando uno dei bilanci più sani del settore, ha faticato a mantenere le promesse fatte agli azionisti.

Con in mente questi impegni, BHP si è quindi rivolta a un mercato obbligazionario nervoso, nei giorni sc…

Leggi l'articolo

Un falò di scadenze: come migliorare la liquidità nel mercato del credito

Negli ultimi mesi la liquidità dei mercati del credito è stata un argomento caldo. La Banca d’Inghilterra ha lanciato un allarme sulla bassa volatilità dei mercati finanziari che porta a una ricerca eccessiva di rendimento, il Financial Times ha suggerito che le autorità statunitensi starebbero considerando commissioni di uscita per i fondi obbligazionari, in caso di fuga sull’asset class, e ab…

Leggi l'articolo