Profilo dell'autore

Jim Leaviss

Anni di esperienza sul mercato obbligazionario: 22

Settori di specializzazione: Macroeconomia, allocazione del portafoglio obbligazionario

Interessi: Ciclismo, Factory Records, i dim sum

Eroi: Brian Clough, Morrissey, Neil Armstrong

Una decina di cose interessanti che vedo nei mercati obbligazionari. C’è anche una faina.

1. A prima vista, i rendimenti dei Treasury USA a lungo termine, scambiati a caro prezzo fin dalla metà del 2014, presentano un valore equo. Il grafico riportato di seguito è già stato pubblicato sul blog, dato che lo uso da diverso tempo. Mostra il rapporto fra le aspettative a lungo termine della Fed sui tassi d’interesse a breve (prese, con le dovute cautele, dal grafico a punti del FOMC) e …

Leggi l'articolo

L’economia irlandese: un rapido aggiornamento video dai Bond Vigilantes

Lo scorso weekend abbiamo partecipato al meraviglioso Kilkenomics festival a Kilkenny, in Irlanda.  Mentre ci trovavamo lì (ed è una bellissima città), abbiamo filmato questo breve video.  La vittoria di Trump ha gettato un’ondata di mini-panico in Irlanda, non da meno perché, in comune con il Messico, ci sono numerosi irlandesi privi di documenti negli Stati Uniti, il cui futuro è divenuto inc…

Leggi l'articolo

La reazione del mercato obbligazionario alla vittoria elettorale di Trump

Mentre Donald Trump pronuncia il discorso della vittoria e si avvia a diventare il 45° presidente americano, vi proponiamo un rapido aggiornamento di quanto stiamo vedendo sui mercati obbligazionari e valutari da quando siete andati a dormire.  Per le obbligazioni, l’impatto finora è stato relativamente modesto; sui mercati azionari invece i movimenti sono stati più evidenti (il Nikkei perde il…

Leggi l'articolo

I casi sono due: o i modelli obbligazionari demografici non funzionano più, o i rendimenti si stanno dirigendo verso il 10%.

Per i gestori di fondi obbligazionari, una volta per prevedere i rendimenti di un titolo a reddito fisso bastava capire l’evoluzione del rapporto in termini di dimensioni fra le varie coorti di una popolazione, ossia giovani, lavoratori e pensionati.  Un alto numero di lavoratori rispetto alla componente “improduttiva” di giovani e anziani segnalava scarse pressioni salariali, una forte domanda…

Leggi l'articolo

La Banca d’Inghilterra dovrebbe ricominciare a comprare obbligazioni societarie in sterline?

Quando il Comitato di politica monetaria della Banca d’Inghilterra si riunirà la prossima settimana, il mercato si aspetta che decida di tagliare i tassi, soprattutto adesso che persino il falco dichiarato Martin Weale (finora ha partecipato a 71 riunioni della Banca e votato 12 volte a favore di un rialzo e 59 volte per tassi invariati) si dice pronto a sostenere una riduzione. Il rilancio del…

Leggi l'articolo

La reazione del mercato obbligazionario alla Brexit

Il Regno Unito ha scelto di uscire dall’UE.  Stiamo osservando movimenti significativi degli asset a reddito fisso nelle prime ore di stamattina, dato che i mercati finanziari avevano scontato in larga misura un risultato “Bremain”, in linea con gli ultimi sondaggi di opinione e in particolare con il settore delle scommesse, che aveva indicato come nettamente favorito un esito pro-permanenza.  …

Leggi l'articolo

Le conseguenze indesiderate di un mondo di tassi negativi, parte seconda Aggiornamento

All’inizio di aprile ho scritto un articolo su alcune delle conseguenze indesiderate dei tassi d’interesse negativi stabiliti dalle banche centrali. Avevo anche promesso che avrei aggiornato il blog qualora avessi individuato implicazioni più interessanti, chiedendo ai lettori stessi di contribuire con alcuni esempi.  Grazie a coloro che mi hanno contattato.  Ecco dunque altre cose interessanti…

Leggi l'articolo

Le banconote da 500 euro saranno scambiate a un premio o a uno sconto quando la BCE smetterà di stamparle? Sono arrivati i risultati del sondaggio…

All’inizio di questa settimana, Richard Woolnough ha scritto un post riguardo ai tassi negativi e alla tassazione degli interessi (che potete leggere qui). In quell’articolo suggeriva anche che, quando la Bce smetterà di stampare le banconote da 500 euro e di distribuire quelle esistenti alla fine del 2018, le banconote in circolazione saranno scambiate a un premio. Secondo la sua tesi, dato ch…

Leggi l'articolo