Archivio tag:

Bank of England

La Banca d’Inghilterra e la BCE fanno del mercato obbligazionario statunitense l’unico possibile

Ora che la Banca d’Inghilterra ha iniziato a comprare gilt e si è impegnata in un programma di riacquisto di obbligazioni societarie, in concomitanza con l’adozione di misure simili da parte della BCE, vale la pena di fare un passo indietro e osservare le valutazioni dello spazio obbligazionario in sterline.

Diamo un rapido sguardo a cosa è successo finora nel 2016 nell’ambito dei titoli di Sta…

Leggi l'articolo

In cerca del valore relativo fra le obbligazioni societarie in USD, EUR e GBP

Nell’ambito del credito investment grade, è opinione condivisa fra gli investitori obbligazionari globali che i crediti denominati in euro siano relativamente sovraquotati rispetto a quelli in dollari statunitensi. Per contro, molti considerano le obbligazioni societarie in sterline relativamente convenienti. Ma davvero la situazione è così semplice e definita? Per rispondere a questa domanda, …

Leggi l'articolo

La Banca d’Inghilterra dovrebbe aumentare i tassi?

Molti di noi si sono abituati a un mondo di tassi d’interesse ultrabassi e allentamento quantitativo (QE). Tenendo conto dell’inflazione, i tassi d’interesse reali a breve termine sono negativi in gran parte del mondo sviluppato. Certo, questo livello storicamente basso è frutto di una risposta delle banche centrali – in alcuni casi, coordinata – alla Grande crisi finanziaria del 2008. In attes…

Leggi l'articolo

Di chi è la colpa della contrazione dei salari reali nel Regno Unito? Di nessuno?

La stretta sui consumatori britannici esercitata dai salari reali in calo è stata vista come una delle cause principali della ripresa economica anemica (fino a poco tempo fa). La responsabilità è stata attribuita in larga misura ai datori di lavoro: ma sono davvero loro i colpevoli? Hanno deliberatamente tenuto gli utili al di sotto dell’inflazione al fine di dare impulso alla redditività, o qu…

Leggi l'articolo

Ripresa economica non part-time, ma a tempo pieno

Nelle riunioni con i clienti del Regno Unito, ovviamente dedichiamo buona parte del tempo a parlare della disoccupazione e della forza relativa dell’economia britannica. Il grafico qui di seguito, pubblicato dalla Banca d’Inghilterra, mostra la ripresa dell’occupazione in confronto alle recessioni precedenti. Che non è niente male, rispetto ad altre mega-recessioni.

Un’obiezione intelligente c…

Leggi l'articolo

L’intervento di King

Oggi è il giorno dell’ultima relazione sull’inflazione di Mervyn King, Governatore della Banca d’Inghilterra. King, che lavora presso l’autorità monetaria britannica da diversi anni, ne tiene le fila da otto.

Il ritiro di King dalle scene è l’occasione per fare alcune considerazioni sul suo operato.

Grande tifoso di calcio, dal cui mondo ama prendere a prestito interessanti metafore, probabilme…

Leggi l'articolo

Cinque motivi per cui Mark Carney potrebbe essere a corto di cartucce quando diventerà Governatore della BoE il prossimo luglio

All’inizio di luglio Mark Carney, attualmente alla guida della banca centrale canadese, diventerà il nuovo Governatore della Banca d’Inghilterra. In Carney, scelto dal Cancelliere George Osborne con uno strappo alle procedure ufficiali, sono riposte tutte le aspettative di un Paese che versa in condizioni economiche disastrose, probabilmente più gravi in termini di PIL che ai tempi della Grande…

Leggi l'articolo

Il Funding for Lending Scheme ha sortito l’effetto desiderato?

L’espansione del Funding for Lending Scheme (FLS), il piano prestiti della Banca d’Inghilterra e del Tesoro britannico, ha fatto notizia la settimana scorsa. L’FLS è stato lanciato a luglio 2012 con l’intento di dare impulso ai finanziamenti nell’economia reale (settori non finanziari). In base al piano una banca o un istituto di credito fondiario prende a prestito Titoli di Stato inglesi dando…

Leggi l'articolo
Pubblicato nella categoria Banche