Archivio tag:

disoccupazione

Il libro che sta conquistando la Francia. Économie du Bien Commun. Una recensione.

Durante il mio tempo libero nel mese di agosto ho letto un libro che ha riscosso grande successo nell’ambiente politico ed economico francese (no, non si tratta di “Capital” di Thomas Piketty). L’economista Jean Tirole, insignito del premio nobel, è l’autore di un libro dal titolo “Économie du Bien Commun” (o “economia del bene comune”). Il libro è scritto in un linguaggio semplice e punta a r…

Leggi l'articolo
La stretta sulle rimesse verso l'America Centrale: chi perderebbe di più con Trump presidente?

La stretta sulle rimesse verso l’America Centrale: chi perderebbe di più con Trump presidente?

La campagna elettorale statunitense finora ha sorpreso tutti. Il candidato Donald Trump si è impegnato a espellere tutti gli 11 milioni di immigrati clandestini che attualmente vivono negli Stati Uniti. Inoltre, ha dichiarato che confischerebbe tutti gli importi delle rimesse derivanti da retribuzioni illegali. Abbiamo già scritto in passato di come l’area dell’America Centrale e Caraibi trarre…

Leggi l'articolo

Il miglioramento del mercato del lavoro statunitense è quantitativamente enorme, ma qualitativamente mediocre

La situazione del mercato del lavoro negli Stati Uniti è uno degli argomenti scottanti nel dibattito in corso sul rialzo dei tassi da parte della Fed (“lo faranno/non lo faranno”), e come mostra l’indice delle Sorprese economiche di Bloomberg, questo settore è l’unica area dell’economia che ultimamente va meglio del previsto.

Gli indicatori del mercato del lavoro continuano a sorprendere in po…

Leggi l'articolo
Pubblicato nella categoria Paesi

Il tasso di disoccupazione in calo negli Stati Uniti potrebbe favorire alcuni mercati emergenti

La disoccupazione in declino negli Stati Uniti ha riacceso il dibattito sui tempi e il ritmo della contrazione monetaria da parte della Fed. Mentre finora le pressioni salariali sono state deboli, sta aumentando il rischio che un’ulteriore diminuzione dei disoccupati porti il tasso al di sotto dei livelli non inflativi (NAIRU) spingendo la Fed ad avviare il ciclo di rialzi.

Per i mercati emerge…

Leggi l'articolo

L’importante è partecipare: perché il mercato del lavoro europeo potrebbe essere più solido di quanto pensassimo

Venerdì scorso il mercato del lavoro statunitense ha dato ulteriore prova del suo rafforzamento. A settembre sono stati creati 248.000 nuovi posti di lavoro e il tasso di disoccupazione è calato al di sotto del 6% per la prima volta in sei anni. I tassi di disoccupazione complessivi europei, per contro, sono molto più deludenti: le cifre più recenti si aggiravano intorno all’11,5% nell’Eurozona…

Leggi l'articolo

I salari a un punto di svolta nel mercato del lavoro statunitense?

A cinque anni dall’inizio della ripresa negli Stati Uniti, il mercato del lavoro sta tornando rapidamente a uno stato di salute florido. Le assunzioni accelerano, le imprese hanno creato ben 1,3 milioni di posti di lavoro negli ultimi sei mesi e il tasso di disoccupazione si sta avvicinando a grandi passi a un livello che potrebbe indurre la Fed a cominciare a ipotizzare qualche rialzo dei tass…

Leggi l'articolo

Un’epoca eccezionale

I tassi d’interesse, sia a breve che a lungo termine, sono ai minimi record in Europa. Alla base di questo fenomeno c’è la convinzione che i livelli occupazionali e di inflazione saranno più bassi più a lungo. La situazione preoccupa la BCE e il discorso di Draghi a Jackson Hole fa presagire nuove misure espansive. Quelli che stiamo vivendo sono tempi eccezionali.

La storia di come siamo arriva…

Leggi l'articolo

Spostamento della curva di Beveridge – Gli Stati Uniti hanno un problema di disoccupazione strutturale a lungo termine?

Sono sicura che molti di noi conoscono alcune delle teorie economiche più note sulla disoccupazione, già discusse o citate in questo blog, come ad esempio la legge di Okun e la regola di Taylor, ma forse una teoria meno conosciuta (e che ultimamente suscita sempre più interesse da parte degli economisti) è la curva di Beveridge.

Usando i dati sui posti di lavoro vacanti e la disoccupazione, la …

Leggi l'articolo

Ripresa economica non part-time, ma a tempo pieno

Nelle riunioni con i clienti del Regno Unito, ovviamente dedichiamo buona parte del tempo a parlare della disoccupazione e della forza relativa dell’economia britannica. Il grafico qui di seguito, pubblicato dalla Banca d’Inghilterra, mostra la ripresa dell’occupazione in confronto alle recessioni precedenti. Che non è niente male, rispetto ad altre mega-recessioni.

Un’obiezione intelligente c…

Leggi l'articolo

Qualche parola in meno e qualche azione in più. Quando la BoE parla, i gilt arretrano e la sterlina avanza

“Ora, si è dato molto peso ai movimenti al rialzo sul mercato dei tassi d’interesse dopo il nostro annuncio delle indicazioni prospettiche e vorrei esprimere il mio punto di vista. Abbiamo visto un movimento generalizzato verso l’alto dei rendimenti sulle obbligazioni a lungo termine in tutte le economie avanzate, incluso il Regno Unito, durante il mese scorso. Il fattore comune principale è l&…

Leggi l'articolo