Archivio tag:

Politica monetaria

E se i “bund green” fossero una cura per il malessere economico d’Europa?

Rispetto a un anno e mezzo fa, quando si parlava ancora prevalentemente della crescita mondiale sincronizzata, le prospettive economiche per l’Europa sono decisamente deteriorate.   Dai livelli di “massimo ottimismo” di fine 2017, la crescita PIL reale dell’area euro è rallentata all’1,2%, mentre gli indici PMI del settore manifatturiero dell’Eurozona hanno ceduto oltre dieci punti. Persino la …

Leggi l'articolo

Panoramic Weekly: La Fed paziente spinge i mercati

A quanto pare, l’anno nuovo ha visto il ritorno di “Goldilocks”, uno degli scenari economici preferiti dagli investitori, quasi del tutto assente nel corso del 2018: il dato robusto sull’occupazione e i toni accomodanti del presidente della Federal Reserve (Fed), Jerome Powell, sono bastati a ripristinare l’ambiente né troppo caldo né troppo freddo in cui i tassi relativamente bassi si accompag…

Leggi l'articolo

Intervista all’autore – Adam Tooze: Riscrivere la crisi finanziaria globale

Dieci anni dopo lo scoppio della crisi finanziaria globale, è arrivato il momento di fermarsi e riflettere su un evento le cui conseguenze continuano a esercitare un impatto rilevante sui mercati finanziari e la vita quotidiana delle persone. Nel suo libro intitolato “Crashed: How a decade of financial crisis changed the world”, l’economista britannico Adam Tooze, professore alla Columbia Unive…

Guarda il video

È tempo che la Banca d’Inghilterra punti sul PIL nominale?

A dicembre del 2012, l’allora governatore della Bank of Canada, Mark Carney, tenne un discorso intitolato “Guidance” alla CFA Society di Toronto. Meno di due settimane prima, il ministro delle Finanze britannico, George Osborne, aveva annunciato che Carney sarebbe diventato il 120° governatore della Banca d’Inghilterra (BoE). Essendo quello il primo impegno pubblico di Carney dopo l’annuncio, e…

Leggi l'articolo

Quali obbligazioni hanno beneficiato di più del programma di acquisto di titoli societari della BCE?

Gli spread dei titoli corporate europei investment grade (IG) sono ora inferiori di 40 punti base al livello di inizio marzo 2016, prima che la Banca centrale europea (BCE) annunciasse l’estensione del QE a questa categoria di strumenti. La spinta tecnica fornita dagli acquisti mensili di obbligazioni al ritmo di circa 7,5 miliardi di euro a partire da giugno, nell’ambito del programma di acqui…

Leggi l'articolo
Pubblicato nella categoria QE

Correntisti svizzeri: i tassi d’interesse negativi non sono un fatto momentaneo

Ha fatto notizia l’annuncio con cui Postfinance, prima banca svizzera classificata come “troppo grande per fallire”, ha fatto sapere di aver adottato tassi d’interesse negativi sui depositi dei clienti a partire dall’importo di 1 milione di franchi svizzeri. Ora molti si stanno chiedendo quanto ci vorrà perché le banche facciano lo stesso anche per i piccoli risparmiatori. Personalmente non cre…

Leggi l'articolo

La Banca d’Inghilterra potrebbe essere sul punto di svelare un ricco pacchetto di misure monetarie

Sebbene i banchieri centrali britannici abbiano lasciato invariati i tassi d’interesse, i verbali della riunione del 4 luglio del Comitato di politica monetaria rivelano che “la maggior parte dei componenti si aspetta un allentamento in agosto” (persino il falco storico Martin Weale ha adottato un tono accomodante). Di conseguenza, i mercati scontano un sorprendente 98,3% di probabilità di un t…

Leggi l'articolo

Le banconote da 500 euro saranno scambiate a un premio o a uno sconto quando la BCE smetterà di stamparle? Sono arrivati i risultati del sondaggio…

All’inizio di questa settimana, Richard Woolnough ha scritto un post riguardo ai tassi negativi e alla tassazione degli interessi (che potete leggere qui). In quell’articolo suggeriva anche che, quando la Bce smetterà di stampare le banconote da 500 euro e di distribuire quelle esistenti alla fine del 2018, le banconote in circolazione saranno scambiate a un premio. Secondo la sua tesi, dato ch…

Leggi l'articolo

Tassi negativi, una tassa sul risparmio? Non dimentichiamo le tasse vere e proprie

Di recente si è molto parlato di come, introducendo tassi negativi, le banche centrali stiano di fatto tassando i risparmi. Ciò si spiega da sé e rappresenta una delle critiche di come i tassi negativi possano distorcere il comportamento economico. Non si tratta tuttavia di un fenomeno recente.  Non dimentichiamoci che il denaro è sempre stato essenzialmente penalizzato dal nemico tradizionale …

Leggi l'articolo

Conosciamo la Scandinavia: una panoramica sulle politiche delle banche centrali e l’ambiente di tassi negativi

C’è stato un fuoco di fila di notizie sulle banche centrali del G7 nel mese di marzo, culminato in una quantità di voci non seguite però, nel complesso, da altrettante nuove azioni. La Banca del Giappone è rimasta alla finestra (dopo l’adozione del tasso negativo decisa a sorpresa a fine gennaio), il FOMC ha scelto un “attendismo accomodante” (mantenendo i tassi d’interesse invariati e abbassan…

Leggi l'articolo