Archivio tag:

Riserva federale

Proprio come nel 2008? Petrolio su, contrazione BCE – manca solo un incidente sul credito

Visto il ricorrere del decimo anniversario del default della Lehman abbiamo iniziato a pensare a quello che stavamo facendo nel 2008 (spostare in modo disperato i miei risparmi da alcune banche era per me in cima alla lista, mentre ascoltavo MGMT e Los Campesinos; album dell’anno? TV On The Radio’s Dear Science): sono tornato al nostro blog, per vedere quali erano i primi segnali di allarme nel…

Leggi l'articolo

Il tratto anteriore della curva dei Treasury USA: breve è meglio?

Con l’illustre eccezione dell’imminente matrimonio reale, è difficile attualmente trovare un argomento più sviscerato dell’appiattimento della curva dei rendimenti dei Treasury USA. Anche in questo post ci siamo interrogati sulle potenziali implicazioni per le valutazioni del credito e le possibili contromisure della Fed. Eppure, un aspetto che non ha ricevuto abbastanza attenzione nel dibattit…

Leggi l'articolo

L’inversione dell’operazione Twist e le ramificazioni per la curva dei rendimenti

Gli investitori osservano da vicino l’appiattimento della curva dei rendimenti, che tradizionalmente è un buon indicatore di rallentamento dell’economia. Tuttavia, dobbiamo sempre mettere in dubbio le convinzioni tradizionali e se c’è una cosa che possiamo dire sulla grande crisi finanziaria, e la grande ripresa, è che le iniziative adottate dalle banche centrali in linea coi rispettivi mandati…

Leggi l'articolo

I mercati obbligazionari riusciranno a digerire l’enorme quantità di Treasury USA che sarà emessa quest’anno?

Il governo statunitense si finanzia regolarmente attraverso il debito a breve termine, che di norma è meno costoso di quello a lunga scadenza per via dell’inclinazione verso l’alto della curva dei rendimenti USA. Questo risparmio sui costi aumenta il rischio di default. Il rischio di rinnovo emerge ogni qualvolta il debito a breve termine viene utilizzato per finanziare la spesa a lungo termine…

Leggi l'articolo

IL QE è indubbiamente di supporto agli asset di rischio? Non credo.

Negli ultimi anni abbiamo spesso parlato di allentamento quantitativo (QE), eppure ci sono altri elementi da aggiungere: il grande esperimento QE non è ancora terminato. Dato il risultato del referendum UE, si moltiplicano le ipotesi su eventuali ulteriori allentamenti quantitativi della Banca d’Inghilterra per stimolare l’economia britannica, probabilmente facendo di questo il momento giusto p…

Leggi l'articolo

Le opinioni di Richard Woolnough sull’economia e sui mercati obbligazionari statunitensi. Video

Nella seconda parte del video del nostro recente viaggio di ricerca a New York, Richard Woolnough di M&G discute tre ulteriori argomenti. In primo luogo, il mercato del lavoro statunitense gode di buona salute e le pressioni inflazionistiche stanno crescendo. La Federal Reserve è attualmente in stato di attesa per via di eventi esterni, ma forse non per molto ancora. In secondo luogo, anche se …

Leggi l'articolo

L’economia statunitense non sta rallentando, si sta avvicinando alla piena occupazione

Siamo leggermente sconcertati dopo la pubblicazione dell’ultimo rapporto sull’occupazione statunitense. La cifra complessiva di +38.000 posti di lavoro per maggio  (cifra attesa: +160.000) ha deluso il mercato, determinando un balzo in avanti dei Treasury e ponendo fuori discussione un aumento dei tassi a giugno/luglio secondo buona parte degli economisti. Un calo del tasso di partecipazione al…

Leggi l'articolo

Negli Stati Uniti le aspettative di inflazione stanno aumentando rapidamente, ma l’inflazione effettiva corre ancora di più

Il 2015 ha visto un collasso dei premio al rischio di inflazione su scala globale, a partire dal mondo sviluppato. I tassi di inflazione annua in USA, Regno Unito ed Europa hanno trascorso gran parte dell’anno a un livello pari o vicino allo zero, con diverse incursioni in territorio negativo. Di conseguenza, i breakeven a breve termine sono scesi a livelli visti l’ultima volta durante la crisi…

Leggi l'articolo