Archivio tag:

UK

Le ultime politiche relative al settore bancario della Banca d’Inghilterra riusciranno a promuovere prestiti all’economia reale?

Collaboratore esterno, Mark Robinson (Analista Istituzioni Finanziarie, team obbligazionario di M&G)

La Banca d’Inghilterra ha recentemente annunciato due nuove misure mirate al settore bancario, principalmente concepite per migliorare la trasmissione della politica monetaria dalle banche alle famiglie alle società e, indirettamente, per stimolare la crescita dei prestiti. Nel presente articolo…

Leggi l'articolo

Cosa sto facendo per tutelarmi contro la Brexit… o il Bremain

Negli ultimi giorni e settimane, mentre l’ipotesi di un voto a favore dell’uscita dall’UE nel referendum si trasformava da possibilità remota in qualcosa di non così improbabile, gli operatori di mercato hanno passato sempre più tempo a chiedersi come posizionarsi, in attesa del risultato, rispetto al benchmark, ai fondi di pari gruppo o al proprio budget di rischio. I movimenti significativi c…

Leggi l'articolo
Il grande mito dell'austerità britannica

“Riprendere il controllo delle finanze pubbliche”. Il rimborso dei prestiti di guerra mentre aumenta il debito britannico.

Come sapete, siamo sempre stati affascinati dai prestiti di guerra del Regno Unito, dedicando all’argomento numerosi articoli di questo blog (ecco cosa scrivevamo nel 2011, quando pensavamo che andassero rimborsati). Obbligazioni e guerra vanno a braccetto: per buona parte della storia l’aumento del debito pubblico è stato causato direttamente dai costi di finanziamento dei conflitti o delle ri…

Leggi l'articolo

Il grande mito dell’austerità britannica

A destra c’è il cancelliere dello scacchiere George Osborne, l’uomo dell’austerità con l’accetta. A sinistra c’era il leader dell’opposizione Ed Miliband, il paladino della libertà fiscale. Oggi sembrerebbe quasi che Miliband e co. siano pronti ad abbracciare tacitamente l’austerità dei Tory, temendo la crescente fiducia dell’elettorato nella capacità di Cameron e Osborne di gestire l’economia …

Leggi l'articolo

Il potere della duration: un esempio attuale

Nel Panoramic dell’anno scorso, intitolato Il potere della duration, ho usato l’esperienza del mercato obbligazionario statunitense nel 1994 per esaminare l’impatto che può avere la duration in una fase di forte rialzo dei rendimenti. Riassumendo brevemente: nel 1994 il miglioramento dell’economia aveva indotto la Fed a innalzare i tassi d’interesse diverse volte, interventi poi sfociati in que…

Leggi l'articolo

In cerca del valore relativo fra le obbligazioni societarie in USD, EUR e GBP

Nell’ambito del credito investment grade, è opinione condivisa fra gli investitori obbligazionari globali che i crediti denominati in euro siano relativamente sovraquotati rispetto a quelli in dollari statunitensi. Per contro, molti considerano le obbligazioni societarie in sterline relativamente convenienti. Ma davvero la situazione è così semplice e definita? Per rispondere a questa domanda, …

Leggi l'articolo

Il ciclo elettorale in Regno Unito è vivo e vegeto

La legge di bilancio resa nota ieri in Regno Unito conteneva una grossa sorpresa: l’allentamento delle regole relative al ritiro della pensione. Questo vuol dire che, a partire da aprile 2015, si potrà prelevare in un’unica soluzione l’intero importo dell’indennità pensionistica cui si ha diritto e farne l’uso desiderato. Questa mossa politica rispecchia la convinzione della coalizione che ognu…

Leggi l'articolo

Prospettive di inflazione nel Regno Unito: opportunità negli asset indicizzati

Con l’inflazione che inizia a tornare verso il livello obiettivo nel Regno Unito e i timori di deflazione diffusi in Europa, vale la pena di chiedersi se i prezzi ostinatamente elevati in terra britannica appartengano ormai al passato. Se è vero che l’eventuale prosieguo dell’apprezzamento della sterlina nel 2014 e il coinvolgimento politico nel dibattito in corso sul costo della vita potrebber…

Leggi l'articolo

Ripresa economica non part-time, ma a tempo pieno

Nelle riunioni con i clienti del Regno Unito, ovviamente dedichiamo buona parte del tempo a parlare della disoccupazione e della forza relativa dell’economia britannica. Il grafico qui di seguito, pubblicato dalla Banca d’Inghilterra, mostra la ripresa dell’occupazione in confronto alle recessioni precedenti. Che non è niente male, rispetto ad altre mega-recessioni.

Un’obiezione intelligente c…

Leggi l'articolo