Archivio tag:

US

L’high yield nel 2019: tasso fisso o variabile?

Come tutti sappiamo, il 2018 è stato un anno difficile per quasi tutte le asset class, non da meno per le obbligazioni high yield (HY). La correzione durante il quarto trimestre è stata particolarmente rapida e brutale rispetto alle recenti fasi di lieve volatilità sotto l’egida della generosità delle banche centrali. Nel 2018 l’HY globale ha perso alcuni punti percentuali in valuta locale, men…

Leggi l'articolo

Panoramic Weekly: I mercati emergenti vincono le elezioni USA di metà mandato

Le obbligazioni e le valute dei mercati emergenti (EM) figurano tra i principali beneficiari delle elezioni tenutesi negli Stati Uniti il 6 novembre, che hanno restituito un Congresso diviso, con la maggioranza della Camera passata ai Democratici e il Senato ancora controllato dai Repubblicani. Questa situazione potrebbe impedire al presidente Trump di mettere in campo ulteriori incentivi fisca…

Leggi l'articolo

Panoramic Weekly: Le obbligazioni tirano il fiato

La correzione scattata sulle obbligazioni la settimana scorsa, con la pubblicazione di dati robusti negli Stati Uniti, è proseguita negli ultimi cinque giorni di contrattazioni, anche se il rapporto sull’occupazione di venerdì ha deluso le aspettative e un’ulteriore serie di dati ed eventi globali non ha fatto altro che confermare il peggioramento della situazione: il Fondo monetario internazio…

Leggi l'articolo

Tassi a lunga statunitensi: l’anaconda gigante sta per girarsi?

Il segmento lungo del mercato dei Treasury USA è stato spesso descritto come un’anaconda gigante: nessuno ci fa molto caso, dato che dorme quasi sempre, ma appena si sveglia fa tremare chiunque si trovi nei paraggi. Le obbligazioni statunitensi a 30 anni non mordono, ma i loro movimenti possono essere altrettanto velenosi, perché di fatto determinano i tassi di milioni di mutui e il prezzo che …

Leggi l'articolo

Inflazione in USA e in Regno Unito: Goldilocks e l’orso?

Dopo un decennio caratterizzato da stimoli monetari straordinari che hanno tenuto a bada i tassi d’interesse e i prezzi al consumo, il cane che non abbaia mai – l’inflazione – finalmente sta cominciando a dare segni di vita. Come si vede nel grafico, l’inflazione dei salari si è impennata sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito in un mercato del lavoro più rigido – una vecchia ricetta da manu…

Leggi l'articolo

Panoramic Weekly: Trump a parte

Negli ultimi cinque giorni di contrattazioni quasi tutte le asset class obbligazionarie a livello globale hanno guadagnato terreno, nonostante l’escalation dell’attuale guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina e l’introduzione di nuove tariffe doganali tra le due maggiori economie mondiali. La riduzione degli scambi commerciali, tuttavia, può apportare più danni che benefici all’economia statu…

Leggi l'articolo

Panoramic Weekly: 2008-2018: non è tempo di rimpianti

Erano stati in pochi, subito dopo il crollo di Lehman Brothers dieci anni fa, a prevedere che sarebbe iniziato un decennio d’oro per gli investitori obbligazionari, ma è successo: ben 92 asset class a reddito fisso sulle 100 monitorate da Panoramic Weekly hanno generato risultati positivi, addirittura a tripla cifra in 17 casi. Le classi di attivi più colpite dalla crisi del 2008, tra cui l’hig…

Leggi l'articolo

La Russia può sopportare nuove sanzioni USA?

Dopo la pausa estiva, il Congresso statunitense dovrà rivedere diversi progetti di legge che prevedono ulteriori sanzioni nei confronti della Russia. Le proposte comprendono restrizioni aggiuntive sulle importazioni ed esportazioni russe agli Stati Uniti, nonché alle attività delle banche russe nel Paese. Verrà preso in considerazione anche un divieto, per i cittadini statunitensi, di effettuar…

Leggi l'articolo

La curva dei rendimenti statunitense è un fattore predittivo di spread del credito più ampi? E poi, un omaggio a Hamish Watson.

Quando la curva dei rendimenti statunitense si è appiattita ad appena 45 pb (2-10 anni) la settimana scorsa, abbiamo ripescato un post pubblicato nel 2007, agli albori di questo blog. Il grafico collegato mostrava che a) gli spread del credito BBB statunitense avevano raggiunto il livello minimo da quasi tre decenni e b) la curva dei rendimenti si era notevolmente appiattita (anzi, era proprio …

Leggi l'articolo