Caso di studio sui covenant – Cambio di controllo

Abbiamo scritto in passato riguardo alle nostre preoccupazioni per il graduale indebolimento dei covenant obbligazionari (ossia, le clausole legali che tutelano i diritti degli obbligazionisti) negli ultimi anni. Oggi però abbiamo visto un esempio reale di una di queste tutele scattata a beneficio degli obbligazionisti esistenti, in un caso di cambio di controllo. Ciò illustra come e perché queste clausole possono contribuire a proteggere gli interessi degli investitori.

È di stamattina l’annuncio che Lowell Group, società di servizi finanziari specializzati con sede in Regno Unito, si fonderà con una concorrente tedesca. L’accordo prevede anche un cambio di proprietà. Di conseguenza, scatterà la tutela prevista nella clausola relativa al “cambio di controllo”, in base alla quale l’obbligazionista ha il diritto, ma non l’obbligo, di rivendere i titoli detenuti all’emittente, a un prezzo pari al 101% del valore nominale.

Le obbligazioni della società in GBP al 5,875% in scadenza nel 2019 venivano scambiate al di sotto di questo livello fin da metà del 2014. In seguito alle notizie di oggi, possiamo vedere dal grafico sotto che il prezzo è aumentato di poco più del 3% fino a questo livello di 101. Dato che la nuova società combinata avrà una leva finanziaria più elevata, è giusto dire che senza la clausola citata sopra, le obbligazioni probabilmente avrebbero perso valore per riflettere il rischio di credito maggiore associato all’emittente. Ciò dimostra chiaramente il valore economico che può avere una clausola di questo tipo.

2015-08 blog JT_it

Il valore degli investimenti è destinato a oscillare, determinando movimenti al rialzo o al ribasso dei prezzi dei Fondi, pertanto è possibile che non si riesca a recuperare l'importo originariamente investito.

Discuti l'articolo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati (*)
M&G userà i dati personali raccolti esclusivamente per finalità amministrative. Potremmo divulgare le suddette informazioni ai nostri fornitori di servizi e alle autorità competenti. I vostri dati personali potrebbero essere archiviati al di fuori dell'Area economica europea (AEE). La riservatezza di tali dati sarà costantemente tutelata.